Di Andrea Alfieri:

Pochi sanno che Giuseppe Verdi nasce “francese”.

Giuseppe Fortunino Francesco Verdi, questo il suo nome di battesimo, nasce alle Roncole, frazione di Busseto, il 10 ottobre 1813 nell’allora Dipartimento del Taro parte dell’Impero napoleonico. Due anni dopo, con la caduta di Napoleone, si ritrova cittadino del “rinato” Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla governato da Maria Luigia d’Austria (1791-1847).

L’atto di nascita infatti è redatto in lingua francese (lingua ufficiale per gli atti pubblici al tempo), e solo anni più tardi fu ricopiato in latino.

A diciannove anni finalmente ottenne il passaporto dal governo di Sua Maestà, la duchessa Maria Luigia e riuscì quindi a partire per il suo primo “viaggio all’estero” alla volta di Milano. La capitale del Lombardo Veneto era infatti annessa all’Impero Austro-Ungarico.

La Francia, e soprattutto Parigi restano un luogo fondamentale per il maestro. Vi arriva nel 1847 e si stabilirà li con la Giuseppina Strepponi con cui già conviveva.

Resterà a Parigi per due anni assistendo da li agli eventi del 1848 che dal mese di marzo di quell′anno iniziano a dilagare in tutta Europa.

CATEGORIA
Storie
INDIRIZZO
Francia