Il ritratto di Giuseppe Verdi più celebre è forse quello realizzato da Boldini a Parigi nel 1886.

Prima di questo lo stesso artista ne aveva prodotto un altro che però considerava di scarsissima qualità. La cattiva riuscita del progetto viene fatta risalire al nervosismo dell’artista suscitato dalla petulante moglie del Maestro e dall’impertinenza dello stesso Verdi che non posava correttamente.

Le fonti dicono che in occasione del secondo ritratto il compositore sia entrato nell’atelier estremamente nervoso, ma che, dopo averne ammirato l’ottima fattura, abbia addirittura accettato di rimanere a colazione da Boldini in modo da permettergl di cogliere anche altri particolari del suo volto per poter perfezionare ulteriormente un’opera già di grande livello.

E’ molto curioso il fatto che l’opera non sia mai pervenuta a Verdi, ma che sia rimasta nell’atelier per poi essere trasferita alla Galleria d’Arte Moderna di Roma dopo la scomparsa del Maestro.

CATEGORIA
Storie
INDIRIZZO
Roma
197 Italia