Spesso guardiamo al passato con l’occhio di oggi. Visitando palazzo Barezzi ci si accorge che la gente di ogni epoca vede e affronta la vita in modo differente.

Un medio borghese ottocentesco come era Antonio Barezzi era un punto di riferimento per la sua comunità e si sentiva investito di una responsabilità nei confronti di essa.

L’amore di Barezzi per la musica gli fece mettere a disposizione un salone della sua casa per la filarmonica bussetana e gli fece notare e promuovere il talento di un giovane popolano: Giuseppe Verdi.

È qui che il maestro mosse i primi passi, tra queste mura, ora ricche di cimeli e perfetto spaccato del tempo, Verdi iniziò a formarsi, a studiare e amare la musica e non solo… vedendo sbocciare l’amore anche con Margherita Barezzi, figlia del suo mentore.

CATEGORIA
Archivi e musei
INDIRIZZO
Via Roma, 119
43011 Busseto
Italia